6
Giu

INTERVISTA A ANGELO MATELLINI – Segretario CNA Liguria e Direttore CNA La Spezia

Angelo, siamo alla terza edizione del Festival; cosa significa Varese Ligure per CNA?

Il Festival del Bio e delle Buone Energie rappresenta una straordinaria sintesi della presenza di CNA sul territorio; presenza fatta di promozione e di supporto delle aziende in base a quello che è storicamente il ruolo di CNA quale rappresentante e garante delle imprese. In particolare si è creata grazie anche al Festival una sinergia tra aziende e CNA che ha portato anche quest’anno al ruolo importante di partner organizzativo e di promozione del Festival presso la politica Regionale.

Quale novità quest’anno nel ruolo di CNA nel festival?

Abbiamo deciso di promuovere il Marchio “Artigiani in Liguria” in questa edizione del Festival proprio perché accanto all’ambiente ed il territorio dell’entroterra ligure vengano promosse le capacità e le competenze dei nostri artigiani. Il marchio “Artigiani in Liguria” infatti raggruppa operatori artigianali che hanno aderito a criteri di qualità e di eccellenza all’interno delle proprie aree di competenza. Il rispetto delle Disciplinari di Produzione per la conformità del processo delle lavorazioni artigiane è infatti alla base dell’appartenenza delle aziende al Marchio “Artigiani in Liguria”; e il tempo ci ha dato ragione e ora sono 19 i marchi di tipicità che vanno dalle sedie di Chiavari, ai damaschi di Lorsica al vetro artigianale, ardesia della Val Fontanabuona. L’arte orafa, ceramica, cioccolato, ferro battuto, gelateria, panificazione, pasta fresca, restauro, moda e accessori, lavorazioni in pelle, ecc.  tutte realtà che anche grazie alle attività di CNA si affermano e ricevono linfa vitale per espandere le proprie attività.

Come sarà presente il Marchio “Artigiani in Liguria” al Festival?

Anzitutto CNA sarà presente con uno stand per presentare il Marchio “Artigiani in Liguria” che ha una buona diffusione soprattutto a Genova e tramite iniziative di qualità come questa, cerchiamo di diffondere in tutta la Liguria. Inoltre stiamo portando le aziende a partecipare ad iniziative come questa per farsi conoscere e promuovere i propri prodotti per incrementare i propri mercati di vendita.

Quali prospettive ipotizzate per il futuro?

CNA vorrebbe consolidare il rapporto tra mondo agricolo e di produzione (legato alle buone energie)  che sono i cardini del Festival con gli artigiani liguri di qualità come quelli rappresentati dal Marchio “Artigiani in Liguria” proprio per poter veicolare le prossime edizioni del Festival verso una completa promozione della Liguria, dei suoi prodotti e delle sue eccellenze ed in particolare accettare la sfida della promozione e crescita dell’entroterra ligure che sino ad oggi ha vissuto ai margini, quasi timorosa di farsi conoscere realmente, poco consapevole che può essere trainante per l’economia ed il  tessuto sociale della Liguria.

Leave a Reply